• Cancro: L’alcol può causare alcune tipologie di cancro
  • Pazienti diabetici: I diabetici dovrebbero fare attenzione al consumo di alcol
  • Patologie cardiache e cardiovascolari: Un consumo moderato di alcol può apportare benefici al cuore ed al sistema cardiovascolare
  • Fegato: Un consumo eccessivo di alcol può danneggiare il fegato
  • Ictus: Il consumo di alcol può aumentare o ridurre il rischio di ictus

Cancro

  • Alcuni studi e organizzazioni sono giunti alla conclusione che il consumo di alcol sia legato all’insorgenza di alcune tipologie di cancro del cavo orale, faringe, laringe, esofago, fegato, cancro colorettale e cancro alla mammella
  • Il rischio di cancro legato al consumo di alcol è maggiore tra i fumatori ed a elevati livelli di consumo
  • Alcuni studi suggeriscono che un consumo di alcol moderato sia associato ad un rischio più basso di sviluppare alcune tipologie di cancro
L’alcol può causare alcune tipologie di cancro

Il cancro è causato dalla combinazione di una serie di fattori, tra cui fattori genetici, ciò che beviamo o mangiamo, le scelte relative al nostro stile di vita, ormoni, radiazioni, stress, mancanza di sostegno sociale, l’ambiente in cui viviamo e lavoriamo ed alcuni fattori tuttora sconosciuti.

Il consumo di alcol è considerato una delle possibili cause di cancro, specialmente a seguito di studi condotti negli ultimi anni, alcune organizzazioni sono giunte alla conclusione che il consumo di alcol può causare determinati tipi di cancro. Per esempio, l’International Agency for Research on Cancer (IARC), un’agenzia facente parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, è giunta alla conclusione che i tumori del cavo orale, faringe, laringe, esofago, fegato, il cancro colorettale e il cancro alla mammella siano causati dal consumo di alcol e che il rischio aumenti con l’aumentare della quantità di alcol consumata. L’alcol può essere legato anche ad altre forme di cancro, come il cancro polmonare, il cancro allo stomaco, il cancro pancreatico e il cancro endometriale. Lo United States National Toxicology Program (NTP) ha verificato che secondo alcuni studi il rischio di cancro correlato al consumo di alcol sia maggiore tra i fumatori ed a livelli elevati di consumo.

D’altra parte, alcuni studi suggeriscono che un moderato consumo di alcol può essere correlato ad un rischio ridotto di cancro a vescica, reni, ovaie e prostata, nonché del linfoma non-Hodgkin. Tuttavia, non incoraggiamo il consumo di bevande alcoliche per gli eventuali benefici alla salute che potrebbe apportare.

Pazienti diabetici

  • Un consumo di alcol da lieve a moderato è accettabile per alcuni diabetici – previo consulto con il medico curante. Alcuni diabetici, però, non dovrebbero bere affatto, pena l’aggravarsi della loro condizione
  • Un abuso prolungato di alcol può causare pancreatite e conseguentemente il diabete
  • Se siete diabetici, consultate il vostro medico per decidere se il consumo di alcol – se del caso – presenta dei rischi per la vostra condizione.
I diabetici dovrebbero fare attenzione al consumo di alcol

I diabetici dovrebbero essere estremamente attenti al consumo di alcol. Il consumo di alcol, infatti, può causare un incremento o un calo del livello di glucosio nel sangue, a seconda di quanto si è bevuto e di altri fattori. Per alcuni diabetici, un consumo eccessivo può causare un pericoloso calo nei livelli di glucosio nel sangue.

L’American Diabetes Association suggerisce che un consumo di alcol da lieve a moderato (non più di due bicchieri al giorno per gli uomini e non più di un bicchiere al giorno per le donne) sia accettabile per alcuni diabetici – previa approvazione da parte del medico curante. Raccomanda altresì che i diabetici bevano con cautela, controllando la glicemia prima di consumare una bevanda alcolica e possibilmente a stomaco pieno, assumendo preferibilmente carboidrati.

Alcuni diabetici non dovrebbero bere affatto perché l’alcol potrebbe aggravare la loro condizione. Ad esempio, i diabetici con elevati livelli di trigliceridi (determinati tipi di grassi nel sangue) non dovrebbero assumere alcol perché potrebbe avere un effetto sulla capacità del fegato di metabolizzare il glucosio, comportando un incremento nei livelli di trigliceridi nel sangue. Il consumo di bevande alcoliche può inoltre compromettere l’effetto dei farmaci per il diabete, contribuendo pericolosamente all’instabilità dei livelli di glucosio nel sangue.

L’alcol e l’insorgenza del diabete

Alcuni studi riferiscono che un consumo di alcol da lieve a moderato può avere un leggero effetto protettivo nei confronti dell’insorgenza del diabete di tipo 2, sia negli uomini che nelle donne. D’altro canto, altri studi suggeriscono che per alcune persone affette da diabete di tipo 2, persino un consumo moderato di alcol potrebbe causare un calo dei livelli di glucosio nel sangue.

Pancreatite

La pancreatite è una condizione associate al diabete. Un abuso di alcol prolungato può contribuire alla pancreatite e, conseguentemente, all’eventuale insorgenza del diabete.

Patologie cardiache e cardiovascolari

  • Per alcune persone, un consumo moderato di alcol protegge dal rischio di attacco cardiaco, coronaropatie e ictus ischemico
  • L’abuso di alcol è associato a ictus emorragico, insufficienza cardiaca congestizia e fibrillazione atriale
  • L’alcol non andrebbe assunto per i suoi benefici sulla salute – dieta, esercizio fisico ed altri fattori legati allo stile di vita andrebbero considerati per mantenere un buono stato di salute.
Un consumo moderato di alcol può apportare benefici al cuore ed al sistema cardiovascolare

Per alcune persone, in particolare uomini di mezza età o anziani e donne in periodo post-menopausa, un consumo moderato di alcol tutela dal rischio di attacco cardiaco, coronaropatie, ictus ischemico e decesso per cause cardiovascolari.

La ricerca è però giunta alla conclusione che un consumo moderato di alcol apporti benefici al cuore ed ai vasi sanguigni in parte perché comporta un incremento delle lipoproteine ad alta densità (note con l’acronimo 'HDL' o 'colesterolo buono') nel sangue, generando effetti positivi sul flusso ematico e sui vasi sanguigni.

Negli ultimi 30 anni si sono raccolte solide evidenze scientifiche sugli effetti benefici di un moderato consumo di alcol sulla salute cardiovascolare, confermati da studi condotti in almeno 25 paesi. Secondo tali studi, per alcuni soggetti, un consumo moderato di alcol può tutelare da coronaropatie. Le evidenze suggeriscono altresì una più stretta correlazione quando il consumo è moderato e regolare, giornaliero o frequente settimanalmente.

Un abuso prolungato di alcol, tuttavia, è stato associato a ictus emorragico, insufficienza cardiaca congestizia e fibrillazione atriale.

Fegato

  • Il fegato scompone l’alcol per consentirne l’eliminazione dall’organismo
  • Un consumo eccessivo di alcol può danneggiare il fegato
Un consumo eccessivo di alcol può danneggiare il fegato

Il fegato scompone l’alcol per consentirne l’eliminazione dall’organismo. Un abuso prolungato di alcol può danneggiare il fegato e impedire l’eliminazione corretta dell’alcol.

Le patologie epatiche associate all’alcol includono fegato grasso (noto come steatosi), epatite e cirrosi epatica. Sebbene alcuni dei sintomi di queste patologie siano minimi, altre conseguenze possono essere piuttosto serie, tra cui ittero grave, problemi di coagulazione e, potenzialmente, la morte. Un abuso prolungato di alcol è uno dei fattori associati al carcinoma epatocellulare, un tumore primario del fegato.

Le patologie epatiche associate al consumo di alcol sono normalmente riscontrabili in alcolisti o in chi presenta una storia prolungata di abuso di alcol. Il rischio di sviluppare patologie epatiche aumenta con la durata dell’abuso di alcol e la quantità di alcol consumata.

Cos’è la cirrosi?

La cirrosi è forse la più nota delle patologie epatiche associate all’abuso di alcol. È una condizione dove il tessuto cicatriziale sostituisce il tessuto epatico normale a causa di lesioni croniche – la parola ‘cirrosi’ significa cicatrizzazione. Con il progredire della cicatrizzazione, si altera la struttura normale del fegato, interferendo con la sua funzionalità. La cirrosi epatica può avere conseguenze molto gravi per la salute, inclusa la morte.

Se siete affetti da una malattia epatica, come l’epatite, o se siete a rischio di malattie epatiche per altre ragioni, come l’obesità o perché assumete determinati farmaci, dovreste consultare il vostro medico per verificare se potete assumere bevande alcoliche in sicurezza oppure no.

Ictus

  • L’uso e l’abuso di alcool può incrementare il rischio di ictus causando un innalzamento della pressione sanguigna
  • Un consumo di alcol da lieve a moderato può ridurre il rischio di ictus ischemico innalzando il livello di ‘colesterolo buono’ nel sangue
Il consumo di alcol può aumentare o ridurre il rischio di ictus

L’ictus si verifica quando l’afflusso di sangue al cervello viene interrotto, causando la morte cellulare a livello cerebrale e potenziali disabilità permanenti (sia fisiche che mentali) o persino la morte.

L’ictus può essere causato da un coagulo che ostruisce il flusso sanguigno verso il cervello (ictus ischemico) o dalla rottura di un vaso che interrompe l’afflusso di sangue al cervello (ictus emorragico). La tipologia di ictus più comune, l’ictus ischemico, rappresenta circa l’80% di tutti i casi di ictus.

Il rapporto tra il consumo di alcol e l’ictus è complesso. Un consumo elevato è associato ad un maggior rischio di ictus, mentre è possibile una riduzione del rischio in associazione ad un consumo da lieve a moderato.

Aumento del rischio

Un consumo di alcol elevato o eccessivo può causare un innalzamento della pressione sanguigna. Alcuni studi suggeriscono che vi sia un aumento del rischio per entrambe le tipologie di ictus (ischemico e emorragico).

Riduzione del rischio

Alcuni studi suggeriscono che un consumo di alcol da lieve a moderato possa avere un effetto protettivo nei confronti dell’ictus ischemico, incrementando i livelli di lipoproteine ad alta densità (note come 'HDL' o 'colesterolo buono') e delle proprietà anticoagulanti nel sangue.

Per eventuali domande sull’eventuale correlazione tra il consumo di alcol e l’ictus, contattate il vostro medico. L’alcol non andrebbe assunto per i suoi benefici sulla salute – dieta, esercizio fisico ed altri fattori legati allo stile di vita andrebbero considerati per mantenere un buono stato di salute.