• Uomini e donne single, in carriera e istruiti sono maggiormente a rischio di abuso di alcol
  • Bere un bicchiere con gli amici o con i colleghi può essere molto piacevole, a condizione che si rispettino i propri limiti
  • Informatevi sulla politica adottata dal vostro datore di lavoro riguardo il consumo di bevande alcoliche
  • Se lavorate nel settore dell’accoglienza, seguite un corso di formazione per sapere come relazionarvi con persone in stato di ebbrezza

'Solitamente gli uomini bevono più delle donne nella maggioranza delle società dove si consuma alcol'

Sia gli uomini che le donne tendono a consumare una quantità maggiore di alcol con l’aumentare del reddito. Le ricerche condotte negli Stati Uniti suggeriscono che le donne che bevono più della media sono solitamente single, divorziate o separate; non hanno figli; hanno un elevato livello di istruzione; e lavorano in un campo dominato dagli uomini. Le ricerche condotte nel Regno Unito riferiscono risultati simili. Ciò significa che donne moderne, realizzate e indipendenti tendono spesso a bere di più delle loro madri e delle loro nonne.

Quando bevete un bicchiere con i colleghi o in un’occasione di lavoro, ricordatevi che il vostro organismo reagisce in modo differente rispetto ai vostri colleghi uomini. Siate attente a non tentare di eguagliare gli uomini nel bere perché l’alcol può avere un effetto più repentino sul vostro organismo. Prendetevi cura di voi stesse mangiando qualcosa o bevendo molta acqua se avete intenzione di consumare bevande alcoliche.

Per la maggior parte delle persone – sia uomini che donne – l’esperienza di un consumo moderato di alcol è positiva e piacevole. Essere consapevoli dei propri limiti personali e parlare con il vostro medico di quale livello di consumo – se del caso – sia giusto per voi è un ottimo consiglio per qualsiasi donna responsabile.

Politiche sul consumo di alcol adottate sul posto di lavoro

Il vostro datore di lavoro ha previsto una politica sul consumo di alcol? Molti governi incoraggiano i datori di lavoro ad adottare una politica chiara sul consumo di alcol e molti stanno provvedendo.

In passato era accettabile bere un bicchiere a pranzo, ma ora è piuttosto comune tra i datori di lavoro non gradire o proibire il consumo di alcol durante l’orario di lavoro. È possibile che stabiliscano un limite alcolemico accettabile per i dipendenti in orario di lavoro. Pertanto, se avete bevuto troppo la sera prima, potreste superare il limite il giorno dopo e mettere a rischio il vostro posto di lavoro.

L’alcol e il lavoro non vanno d’accordo. Alcuni datori di lavoro, come le compagnie aeree, hanno tolleranza zero nei confronti del loro personale e pretendono che non vi sia alcuna traccia di alcol nel sangue durante l’orario di lavoro. Chi si guadagna da vivere guidando un veicolo o manovrando macchinari dovrà sottostare a rigide regole sul consumo di alcol ed eventuali violazioni potrebbero costituire reato. Gli operatori sanitari, le forze di polizia, il personale miliare e chi si prende cura dei bambini sono alcuni dei professionisti soggetti a rigide regole riguardo il consumo di alcol.

Lavorare nel settore

Lavorare nel settore dell’accoglienza può essere molto piacevole ma anche difficile, a volte. Potrebbe capitarvi di dover dire ‘no’ a clienti che non gradiranno un vostro rifiuto. Sarebbe dunque opportuno essere preparati a gestire persone in stato di ebbrezza e/o aggressive per imparare a neutralizzare determinate situazioni. Se le cose si complicano, dovreste chiedere l’intervento della direzione o, qualora i responsabili siate voi stessi, delle autorità.

Non dimenticatevi che l’alcol e il lavoro non vanno d’accordo – assicuratevi di attenervi alla politica sul consumo di alcol stabilita dal vostro datore di lavoro e siate attenti quando bevete un bicchiere con i colleghi o durante un’occasione di lavoro. Ricordatevi che il rispetto e il senso del decoro sono fondamentali sul posto di lavoro, sia per gli uomini che per le donne.